Il mio viso

riflesso nello specchio
è il passato

Informazioni personali

sabato 2 settembre 2017

Juliette Gréco - Les feuilles mortes - Paroles (Lyrics)





Sarà la giornata uggiosa...
ma mi è tornata in mente questa canzone...forse le foglie morte che si incominciano a trovare nei giardini e per le strade...quando ieri era ancora estate!
A me l'autunno non piace perchè mi da proprio l'impressione della morte : fiori secchi, foglie ingiallite, gli alberi che si spogliano, lo scricchiolio delle foglie sotto le scarpe (non più sandali..), le nuvole spesso scure che annunciano pioggia (di cui in effetti si ha molto bisogno) e poi...è periodo di bilanci, di decisioni...non sempre facili o possibili....................ma ecco è di nuovo tornato il sole !!


lunedì 28 agosto 2017

2° parte...

sono tornata  e, in qualche modo volevo dare , diciamo così "un ordine al blog", nel senso di trattare un filone che già avevo pensato di presentare tutti i miei "amigurumi" all'uncinetto...tipo questo
ma adesso non ne sono più sicura  e penso che continuerò a scrivere di quelle cose che in qualche modo mi colpiscono e provocano dei sentimenti, belli o brutti che siano.
In questo momento temporale tutto ciò che mi colpisce appartiene alla degradazione della nostra vita quotidiana, del Mondo in cui viviamo, della società sempre più ingiusta, della natura sempre più vituperata e di noi tutti sempre più soli , non è un mondo in cui mi piace vivere.
A pensarci uno potrebbe dire che l'importante è il nostro piccolo nucleo famigliare, se lì siamo sereni e soddisfatti tutto dovrebbe essere migliore...ma non è così, perchè volenti o nolenti il clima (e non parlo di calore) che ci circonda influisce sulla nostra "piccola" vita rendendola infelice.
Non voglio parlare, per scelta , delle tragedie che si stanno consumando un po' in tutta Italia e nel mondo perchè sarebbe fare politica  e la politica di adesso è una cosa troppo sporca .
Vi lascerò invece la mia piantina: una "stella alpina".
A presto!


martedì 22 agosto 2017

A volte ritornano....

la mano è andata per conto suo scrivendo il titolo  del blog...ho avuto qualche difficoltà con la pass. ( sono passati quasi due anni da l'ultima volta o anche 10 da un'altr...meglio lasciar perdere...) la memoria non è più come una volta...sono tornata , non so perchè...forse un po' di nostalgia per i commenti di qui!
Mi sono trasferita, da un bel po' di tempo su "faccia da libro", ma lo trovo un pochino solitario (forse perchè non ho centinaia di amici...).
Comunque , ora sono qua e sono contenta.
Come dicevo sono passati quasi due anni e di certo non sono ringiovanita , sono successe ...cose brutte e belle, ho conosciuto persone simpatiche (nessuna), ho visto cose nuove , a volte anche interessanti, sono cambiata ( dopo due episodi di malattia, conseguenze di una piccolissima ischemia che fortunatamente mi ha lasciata integra), sono diventata più "dura",  e mi faccio ferire di meno...
Ecco qua , per ora mi fermo qui...meglio non esagerare...
A presto.
 
ps. adesso ho i capelli azzurri!!! Il cappuccino è per chi passa di qui.

giovedì 26 novembre 2015

The Dreamcatcher



La poesia dell'acchiappasogni (traduzione)

Appeso alla finestra
l'acchiappasogni attende
di afferrare un sogno per me, possibilmente grande
Calmo, immobile, attende nella notte
di acchiappare un sogno che viaggia nell'aria
Di pelle è la rete, leggere le piume
ed immensa è la magia che emana
Mi porterà un amore, una storia lieta o una canzone?
Oppure degli incubi
dove tutto va per il verso sbagliato
Il tempo ora è giunto per me di dormire
e attendo un sogno, che sia bello e fortunato
Acchiappasogni, acchiappasogni
prudenza, ti prego
il mio cuore ora è calmo, la mia mente rilassata
Va' nella notte e trova ciò che vuoi
acchiappami un sogno,
che sia importante e tranquillo


LA LEGGENDA DEL DREAM CATCHER SECONDO LA CULTURA DEI CHEYENNE
Molto tempo prima che arrivasse l’uomo bianco, in un villaggio cheyenne viveva una bambina il cui nome era Nuvola Fresca. Un giorno la piccola disse alla madre, Ultimo Sospiro della Sera:” quando scende la notte, spesso arriva un uccello nero a nutrirsi, becca pezzi del mio corpo e mi mangia finché non arrivi tu, leggera come il vento e lo cacci via. Ma non capisco cosa sia tutto questo”.
Con grande amore materno Ultimo Sospiro della Sera rassicurò la piccola dicendole: “le cose che vedi di notte si chiamano sogni e l’uccello nero che arriva è soltanto un’ombra che viene a salvarti” Nuvola fresca rispose: “ma io ho tanta paura, vorrei vedere solo le ombre bianche che sono buone”.
Allora la saggia madre, sapeva che in cuor suo sarebbe stato ingiusto chiudere la porta alla paura della sua bimba, inventò una rete tonda per pescare i sogni nel lago della notte, poi diede all’oggetto un potere magico: riconoscere i sogni buoni, cioè quelli utili per la crescita spirituale della sua bambina, da quelli cattivi, cioè insignificanti e ingannevoli. Ultimo Sospiro della Sera costruì tanti dream catcher e li appese sulle culle di tutti i piccoli del villaggio cheyenne. Man mano che i bambini crescevano abbellivano il loro acchiappasogni con oggetti a loro cari e il potere magico cresceva, cresceva, cresceva insieme a loro… Ogni cheyenne conserva il suo acchiappasogni per tutta la vita, come oggetto sacro portatore di forza e saggezza.
Ancora oggi, a secoli di distanza, ogni volta che nasce un bambino, gli Indiani costruiscono un dreamcatcher e lo collocano sopra la sua culla. Con un legno speciale, molto duttile, plasmano un cerchio, che rappresenta l'universo, e intrecciano al suo interno una rete simile alla tela del ragno. Alla ragnatela assegnano quindi il compito di catturare e trattenere tutti i sogni che il piccolo farà. Se si tratterà di sogni positivi, il dream catcher li affiderà al filo delle perline (le forze della natura) e li farà avverare. Se li giudicherà invece negativi, li consegnerà alle piume di un uccello e li farà portare via, lontano, disperdendoli nei cieli...


Risultati immagini per leggenda Dreamcatcher




Altri ...dreamcatcher...della mia fantasia!


domenica 15 novembre 2015

Non si può rimanere insensibili a ciò che succede...


Non ci sono parole...
E' un Mondo che non mi piace.
Posso solo essere virtualmente vicino alle persone così duramente provate e  senza colpa .
Non voglio commentare perchè le mie idee non sono "buoniste".